Feeds:
Articoli

GRAZIE

grazie

… e anche quest’anno ce l’abbiamo fatta! Il merito è degli artisti, del pubblico, dei sostenitori, di tutti i partner, dei volontari, delle associazioni e pro loco che ci hanno aiutato! Lo staff de L’importanza di essere piccoli ringrazia tutti ma proprio tutti dal primo all’ultimo coloro i quali hanno reso possibile questa bellissima diremmo quasi miracolosa IV edizione!

A sostegno del festival e come connubio con amici di tutta Italia abbiamo quest’anno una serie di ospiti, oggetti, concetti davvero speciali. Una piccola carrellata:

I miniquadri di CIFONE
I poster di ANONIMA IMPRESSORI
I
 quaderni cuciti a mano di 13SEDICESIMI
le magliette con la frase di Amelia Rosselli realizzate per noi da Macron grazie a HELVETIA THERMAL SPA ,

... e ancora potrete trovare: i meravigliosi libretti di ISOLA, il 5 agosto a Scaialbengo la birra artigianale Birra del Reno ,  il libro Canti di un luogo abbandonato

 

Abbiamo lanciato una campagna di raccolta fondi per coprire parte di quelle spese che aiutano a rendere il nostro piccolo festival curato in ogni dettaglio. La campagna ha un obiettivo minimo, solo 1500 euro, ma anche se non verrà raggiunto tutto quello che è stato raccolto finirà comunque come contributo al festival! Quindi fai un salto su questo sito che raccoglie le donazioni, e goditi il video dell’edizione 2013!

DA QUI PUOI DONARE

 

 

5 per mille

5permille

 

 

Chi lascia solo chi? A cosa somiglia la vita sulla terra?

 

libro canti

QUI il progetto intorno al poema ‘Canti di un luogo abbandonato’ _   http://azzurradagostino.wix.com/abitare

A SOSTEGNO delll’associazione SassiScritti e del festival L’importanza di essere piccoli quest’anno una vera chicca!! i meravigliosissimissimi poster d’arte fatti ad hoc da Anonima Impressori. Sostienici e portatelo a casa per fare più belle le tue pareti! PUOI AVERLO SCRIVENDO A sassiscritti@gmail.com
Dettagli: Poster commemorativo per L’importanza di essere piccoli 2013. Poesia di A.Tarkovskij, stampata su carta Berni Schedografia 350g bianca, formato 35×50. Due colori (nero e verde prato). Composto con carattere RAFFAELLO della Fonderia Nebiolo. 55 copie numerate, lo trovate al festival sui monti bolognesi! Vere foglie usate come matrice di stampa e diverse in ogni poster.
poster foglie anonima 1

GRAZIE!

dal laboratorio alla festa finale per il saggio teatrale del progetto ANTIGONI il passo è breve e noi siamo molto contente grazie di tutto!

 

volantino-Antigoni

 

SassiScritti è lieta di presentare l’esito del progetto
ANTIGONI _ col passo leggero della donna risoluta

Il gruppo di donne del laboratorio permanente di teatro SassiScritti ha iniziato una prima parte
di lavoro e studio intorno al testo e al tema ‘Antigone’.
Durante il laboratorio si è riflettuto coralmente sul potere, sulla resistenza, sulle figure di
donna che nella storia hanno praticato questa resistenza, su come oggi si possa praticare. Si
sono iniziate le prime prove fisiche di improvvisazioni teatrali a partire da questi ragionamenti
e da questi testi. Si sono prodotti dei piccoli testi originali, che sono stati inseriti all’interno
della storia antica, mescolando presente e arcaico.

A questa fase iniziata lo scorso anno è seguita una seconda fase di incontro con donne
provenienti da altri paesi e realtà, allieve della scuola ‘Caduti della direttissima’ di Castiglion
dei Pepoli. Alcune alla prima esperienza teatrale, altre al primo approccio con la lingua italiana:
con loro il percorso intorno all’Antigone si è allargato a una conoscenza di sé e dell’altro.
Insieme all’attrice Renata Palminiello si sono poi svolti una serie di incontri di laboratorio
intensivo, nei quali si sono precisate tecniche, spunti, questioni legate all’arte del teatro.
Il laboratorio è durato molti mesi, negli incontri si sono susseguite persone diverse, alcune
sono dovute partire altre si sono aggiunte, per esempio scrivendo un testo. Quello che ne esce
è dunque sì un saggio teatrale ma soprattutto è un percorso di vita e un lavoro prezioso
all’interno della nostra comunità – anzi: delle nostre comunità.

Ringraziamo di cuore tutte le donne e le persone che ci hanno aiutato e condividiamo
pubblicamente questo nostro viaggio con una piccola festa, nella quale mostreremo parte del
lavoro svolto e concluderemo con l’assaggio di alcune cose da mangiare preparate dalle
partecipanti e provenienti da vari paesi.

Il giardino dormiva ancora.
L’ho sorpreso. L’ho visto senza che lui lo sospettasse.
È bello un giardino che non pensa ancora agli uomini.
Nei campi tutto era bagnato, e aspettava. Tutto aspettava.
Facevo un rumore enorme, sola lungo la strada, ed ero imbarazzata
perché sapevo bene che non era me che si stava aspettando.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 31 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: