Feeds:
Articoli

 

31 ottobre-1,2 novembre 2014: si è svolto il laboratorio residenziale con Claudio Morganti. Tre giorni di lavoro intenso, sereno, vitale, prezioso, una condivisione vivace intorno all’arte del recitare. Ringraziamo tutti i partecipanti per la generosità e i bellissimi giorni insieme. Vista la grande richiesta di partecipazione, pensiamo di riproporre il laboratorio nella prossima primavera.

tema del laboratorio_ IL DIALOGO.

“Dialogo” è uno dei grandi temi della scena.
Si fa gran parlare di “ascolto”, “presenza”, “qui ed ora” ecc. Si tratta di espressioni il cui uso reiterato e sconsiderato fa si che vengano via via svuotate di senso o, peggio ancora, diventino piccoli indiscutibili dogmi.
In questo incontro, concetti quali “azione e reazione”, “tensione”, “silenzio”, “ritmo”, troveranno la loro collocazione naturale nella canonica situazione di “dialogo”.
“Situazione”, “condizione”, “personaggio”: la forma “dialogo” consente di toccare, in termini teorici e pratici, una grande quantità di nodi fondanti l’arte del recitare.
Si prenderanno dunque in considerazione alcuni dialoghi (Buchner, Shakespeare, ecc.) che diventeranno materiale di riflessione e di prova.   (C.M.)

QUANDO: 31 ottobre, 1-2 novembre, all’interno del cartellone del festival B.R.I.S.A.! di Arci Bologna

DOVE: in residenza presso l’Associazione Culturale SassiScritti, nell’Appennino Tosco-Emiliano, tra boschi, campi, silenzio

 

Claudio Morganti, Attore e regista teatrale, si avvicina al teatro alla scuola dello Stabile di Genova. Allievo di Carlo Cecchi, nel 1979 forma con Alfonso Santagata la compagnia Santagata-Morganti. Nel 1993 costituisce una propria compagnia iniziando un percorso personale sull’opera di Shakespeare: Studio per il Riccardo IIIRiccardo vs AmletoTempesteLa morte di Giulio Cesare, e l’ultimo, conclusivo allestimento integrale del Riccardo III, per la Biennale di Venezia 2000. Sempre nel 2000 è protagonista dell’ Edipo Re, diretto da Mario Martone per il Teatro di Roma accanto a Carlo Cecchi e a Licia Maglietta. Negli ultimi anni collabora con la Compagnia Campo Teatrale di Milano per Il pigiama di Macbeth e con la compagnia Alkestis di Cagliari per Il bicchiere della staffaEnd, L’amara sorte del servo Gigi. Nel 2006  fonda il Libero Gruppo di Studio d’Arti Sceniche, gruppo formato da attori,  registi, tecnici, scenografi, docenti di storia del teatro. Si ripropone di indagare la materia dell’ “arte scenica” attraverso l’approfondimento teorico e pratico dei massimi teorici delle arti. Per vari anni è stato impegnato nello studio del Woyzeck di Buchner, e produce spettacoli intorno al tema- ricordiamo tra gli altri Una lettura del Woyzeck, Studio acustico, Studio n.5 , W (con la partecipazione dell’intero gruppo di studio), Woyzeck suite (festival di Castiglioncello),  Ombre. Tra le ultime regie ricordiamo almeno il bellissimo La vita ha un dente d’oro e i potenti lavori su Schwabb in collaborazione con il Nerval Teatro di Maurizio Lupinelli. Nel 2010 riceve il premio Carmelo Bene-Lo straniero a S.Arcangelo nell’ambito del festival. Nel 2013 gli viene assegnato il premio Ubu.

GRAZIE

grazie

… e anche quest’anno ce l’abbiamo fatta! Il merito è degli artisti, del pubblico, dei sostenitori, di tutti i partner, dei volontari, delle associazioni e pro loco che ci hanno aiutato! Lo staff de L’importanza di essere piccoli ringrazia tutti ma proprio tutti dal primo all’ultimo coloro i quali hanno reso possibile questa bellissima diremmo quasi miracolosa IV edizione!

A sostegno del festival e come connubio con amici di tutta Italia abbiamo quest’anno una serie di ospiti, oggetti, concetti davvero speciali. Una piccola carrellata:

I miniquadri di CIFONE
I poster di ANONIMA IMPRESSORI
I
 quaderni cuciti a mano di 13SEDICESIMI
le magliette con la frase di Amelia Rosselli realizzate per noi da Macron grazie a HELVETIA THERMAL SPA ,

... e ancora potrete trovare: i meravigliosi libretti di ISOLA, il 5 agosto a Scaialbengo la birra artigianale Birra del Reno ,  il libro Canti di un luogo abbandonato

 

Abbiamo lanciato una campagna di raccolta fondi per coprire parte di quelle spese che aiutano a rendere il nostro piccolo festival curato in ogni dettaglio. La campagna ha un obiettivo minimo, solo 1500 euro, ma anche se non verrà raggiunto tutto quello che è stato raccolto finirà comunque come contributo al festival! Quindi fai un salto su questo sito che raccoglie le donazioni, e goditi il video dell’edizione 2013!

DA QUI PUOI DONARE

 

 

5 per mille

5permille

 

 

Chi lascia solo chi? A cosa somiglia la vita sulla terra?

 

libro canti

QUI il progetto intorno al poema ‘Canti di un luogo abbandonato’ _   http://azzurradagostino.wix.com/abitare

A SOSTEGNO delll’associazione SassiScritti e del festival L’importanza di essere piccoli quest’anno una vera chicca!! i meravigliosissimissimi poster d’arte fatti ad hoc da Anonima Impressori. Sostienici e portatelo a casa per fare più belle le tue pareti! PUOI AVERLO SCRIVENDO A sassiscritti@gmail.com
Dettagli: Poster commemorativo per L’importanza di essere piccoli 2013. Poesia di A.Tarkovskij, stampata su carta Berni Schedografia 350g bianca, formato 35×50. Due colori (nero e verde prato). Composto con carattere RAFFAELLO della Fonderia Nebiolo. 55 copie numerate, lo trovate al festival sui monti bolognesi! Vere foglie usate come matrice di stampa e diverse in ogni poster.
poster foglie anonima 1

GRAZIE!

dal laboratorio alla festa finale per il saggio teatrale del progetto ANTIGONI il passo è breve e noi siamo molto contente grazie di tutto!

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 33 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: