Feeds:
Articoli

Cari amici, continuiamo dal 20 dicembre a portare eventi culturali al presidio Saeco. Purtroppo oggi, 13 gennaio, la situazione si è rivelata più tesa del previsto a causa di un irrigidimento delle posizioni da parte dell’azienda Philps. Il 19 ci sarà un incontro e si saprà di più. Per il momento ogni evento previsto è messo in forse – ma comunicheremo sui social nella pagina La Saeco non si tocca e sull’evento Poesie per farsi coraggio, oltre che sulla nostra pagina SassiScritti ogni variazione. Grazie.

Presidio culturale a sostegno dei lavoratori e cittadini dell ‘ Alta Valle del Reno presso il presidio dei lavoratori Saeco.

La situazione:
L’Alta Valle del Reno, realtà montana in prov. di Bologna, sta vivendo un periodo di gravissima difficoltà: dopo la chiusura del punto nascita dell’ospedale di Porretta Terme, la chiusura del Tribunale, continue difficoltà di collegamento lungo la tratta ferroviaria Porretta-Bologna, la crisi delle Terme –comparto essenziale per la vita non solo economica e sociale ma anche identitaria della zona – arrivano preoccupanti notizie dalle fabbriche locali come Metalcastello e la storica Demm. A queste notizie si aggiunge l’annuncio, risalente a fine noembre di Philips Saeco di Gaggio Montano, ditta specializzata nella produzione di macchine da caffè, di oltre 240 esuberi .

A Gaggio Montano i dipendenti sono in presidio permanente; una mobilitazione che va avanti dallo scorso 26 novembre con il sostegno dei sindaci della montagna, i cittadini della zona.
SassiScritti, associazione apartitica affiliata ad Arci (che rappresentiamo), non può e non vuole rimanere in silenzio, il nostro lavoro inizia in queste valli, si nutre della bellezza ruvida dei borghi e della dignità dei suoi abitanti.
E occupandoci ormai da anni di portare i linguaggi dell’arte in luoghi “ai margini”, ci è sembrato importante ribadire il valore della poesia e dell’arte soprattutto in momenti d’emergenza, in cui idee nichilistiche sembrano oscurare i progetti.
Crediamo in una repubblica ideale fondata sulle parole, una lingua che possa ridare forza alla coscienza pubblica, a un linguaggio che non resta inerte ma che rilancia sempre di nuovo il senso dello stare insieme.

Quello che proponiamo:
Abbiano chiesto e chiediamo a tutte le realtà artistiche interessate di creare un cartellone di appuntamenti che siano da sostegno al presidio attualmente organizzato dai lavoratori e dal sindacato davanti alla Philips Saeco (stabilimento loc. Torretta). Un sostegno non solo simbolico a tutte queste realtà in crisi ma anche morale e concreto.

Intendiamo dare vita a un calendario mutevole e vivo di incontri insieme a tutti coloro che lo desiderino, semplicemente coordinando le forze in modo da non disperderle, dando un aiuto logistico e soprattutto di comunicazione – qualcosa che è parte del nostro lavoro quotidiano e che mettiamo a disposizione della nostra valle con entusiasmo e voglia di vicinanza.
Sotto il calendario dei primi appuntamenti, un programma sempre in movimento di piccoli incontri, letture, live, che prevederà anche la realizzazione di una maratona artistica (in data ancora da definire) ideata dall’associazione. Un calendario “in emergenza” vicino a un comunità che non si vuole arrendere.

Info:
Per seguire le nostre iniziative vi invitiamo a seguire l’hastag #poesieperfarsicoraggio;
adesioni e comunicazioni saranno lette e vagliate scrivendo a sassiscritti@gmail.com
Il calendario aggiornato su sassiscritti.wordpress.com e su fb:SassiScritti – L’importanza di essere piccoli

GRAZIE!
Associazione SassiScritti
Daria Balducelli e Azzurra D’Agostino

CALENDARIO

DICEMBRE
Dom 20 h.21 il cantautore PINO MARINO in un live acustico -a cura di SassiScritti
Lun 21 h.21.30 Cecilia Lattari, erborista, presenta proprietà e uso di quattro erbe locali ‘resistenti’ – a cura di SassiScritti
Mer 23
h. 17 Incontro con Giuliano Scabia – a cura di SassiScritti
h. 21 reading di Andrea Gabellini
Giov 24 h.14.30 concerto di Andrea Pizzuti
Ven 25 Piano bar a cura di Luca Medici, dalle 14.30 alle 18.30
Sab 26 h. 17 letture per bambini -a cura di Alessandro Riccioni
Lun 28 h.16 Teatro di narrazione e musica per la famiglia (a partire dagli 8 anni) di e con Pietro Piva -a cura di SassiScritti
Mar 29 h. 21 la poetessa Francesca Matteoni presenta le storie dei tarocchi – a cura di SassiScritti
Merc 20 h. 21 lieve acustico con il cantautore PEPPE VOLTARELLI – a cura di SassiScritti
GENNAIO

Sab 2 h. 15:30 letture per bambini di Pina Caporaso (da Pistoia) – a cura di SassiScritti

Dom 3 h. 16 Coro Farthan diretto da Elide Melchioni+ l’attrice Sandra Cavallini reciterà un breve monologo dal suo spettacolo “Tre di due” sulla cooperazione femminile

Merc 6 
H. 16 arriva la befana!
Dalle 15 alle 18.30 musica con dj ballero senior e junior
Nel pomeriggio spettacolo a sorpresa

Ven 8 h. 21 una narrazione teatrale da una scrittrice operaia e i suoi ricordi d’infanzia realizzata da Teatro Patalò (da Santarcangelo di Romagna) -a cura di SassiScritti

Sab 9 h.14,30 musica con Niccolò Matarozzi

Dome 10 h. 21 spettacolo teatrale ‘Cicuta’ di e con F. Chiantese (da Colle Val d’Elsa)+ ospite la disegnatrice M. Fabbri che regalerà disegni fatti sul momento – a cura di SassiScritti

Mer 13 h. 21 La band ‘Malerba’ in concerto acustico

Ven 15 h. 17,.30 lettura di Cira Santoro (da Bologna) dal libro ‘Le arzille vecchiette dell’autobus 21″, con Albertina Malferrari – a cura di SassiScritti

Sab 16 h.15 Incontro con il poeta operaio Fabio Franzin (dalla prof. Di Treviso) – a cura di SassiScritti

Dom 17 h. 15 Incontro con Simona Baldanzi, giornalista e scrittrice – a cura di SassiScritti

libri saeco
I 243 LIBRI DONATI DALL’EDITORE VIA DEL VENTO DI PISTOIA PER I LAVORATORI SAECO
pino marino saeco

LA SERATA DEL 20 DICEMBRE, PINO MARINO SUONA AL PRESIDIO SAECO

 

un presidio culturale

invito localicarlino 8 dicembre.jpgpoesie per farsi coraggio.jpg

SassiScritti ha sede e opera sull’Appennino tra Bologna e Pistoia. Quest’area ha subito negli ultimi anni una serie grave di perdite, che sembrano quasi attacchi: chiusura del punto nascita dell’ospedale di Porretta Terme, chiusura del tribunale, continui problemi sulla tratta ferroviaria, tagli alla cultura, fallimento delle terme (da secoli fulcro dell’intera valle, se non della regione in questione di termalismo), crisi di alcune fabbriche che un tempo occupavano migliaia di lavoratori. Prima la Demm, poi Metalcastello e, da qualche tempo, la Saeco – acquisita da Philips nel 2009. Proprio Philips ha recentemente annunciato il licenziamento di 243 operai. SassiScritti ha deciso dunque di rafforzare la propria azione culturale che, come sempre sosteniamo, è per forza di cose politica (come ogni azione culturale). Abbiamo portato in corteo delle poesie per farsi coraggio, condivise poi quotidianamente con i lavoratori della ditta e con l’intera comunità (in foto, una delle poesie appese al presidio che è attualmente in corso davanti alla fabbrica). Siamo andati al presidio e stiamo programmando di realizzare una serie di azioni artistiche, culturali, di condivisione di pensiero con la comunità – adottando questo luogo come simbolo di tutti i problemi sopra elencati.

poesia per farsi coraggio philips presidio4dic

cosa stiamo facendo.

stiamo: lavorando a un progetto di teatro sulla fragilità assieme a persone in situazione di disagio mentale, progettando come fare la prossima edizione del festival L’importanza di essere piccoli, ipotizzando un corso di teatro in montagna per i bambini, leggendo libri di poesia, ascoltando musica e lavorando con entusiasmo al prossimo ciclo del progetto InRitiro – soggiorni di studio in Appennino. Laboratori di scrittura, musica, teatro, con alcuni tra gli artisti che amiamo di più, in una formula di ospitalità: si viene in Appennino, ci si resta tre giorni condividendo spazi e tempi, e si lavora all’arte. Un assaggino sotto dell’edizione 2015, dal laboratorio di scrittura canzone con Riccardo Sinigallia, foto di Guido Mencari. E se avete idee o richieste, scriveteci a sassiscritti@gmail.com

studio

INRITIRO-01  SassiScritti propone un calendario di laboratori intensivi: dei veri e propri soggiorni di studio in cui si verrà ospitati insieme all’artista in un agriturismo tra i verdi campi dell’Appennino tosco-emiliano, dove passare dei week end di approfondimento, condivisione, esplorazione… Ogni laboratorio comprenderà nella quota di iscrizione oltre al corso con l’artista scelto anche l’alloggio, i trasporti in sede e tutti i pasti. Clicca sotto per vedere tutti i dettagli dei laboratori:

13-14 giugno: SCUOLA ELEMENTARE DI LETTERATURA RUSSA CON PAOLO NORIlaboratorio nori_scheda 

26-28 giugno: LABORATORIO DI NARRAZIONE AUTOBIOGRAFICA CON GIORGIO VASTAlaboratorio vasta_scheda 

10-12 luglio: LABORATORIO PRATICO DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE E SCRITTURA DRAMMATURGICA CON RITA FRONGIA E FRANCESCO PENNACCHIAlaboratorio frongia pennacchia_scheda 

18-20 settembre: VERSO (IL) CANTATO LABORATORIO DI SCRITTURA CANZONE CON SIMONE LENZIlaboratorio lenzi_scheda 

25-27 settembre: LABORATORIO DI CONFRONTO SU SCRITTURA MUSICALE E AUTOPRODUZIONE CON RICCARDO SINIGALLIAlaboratorio sinigallia_scheda 

9-11 ottobre: LABORATORIO SULLA SCRITTURA E COSTRUZIONE DI UN LIBRO DI NARRATIVA CON VANNI SANTONIlaboratorio santoni_scheda

16-18 ottobre: L’ATTORE SENZA SPETTACOLO – LABORATORIO TEATRALE CON ROBERTO LATINIlaboratorio latini_scheda

23-25 ottobre: WORKSHOP SULLA MUSICA ELETTRONICA CON POPULOUS: (vedi articolo sopra)

GRAZIE!

E anche la V edizione del festival L’importanza di essere piccoli si è conclusa con gioia! Una bellissima edizione grazie a tutti gli artisti presenti, al numerosissimo pubblico e a chi lo ha reso possibile.

Un grazie speciale e in ordine sparso a: Sante Di Clemente, Marco Simonelli, Margherita Cambi, Silvia Tesone, Elena Vannucci, Guido Mencari e Andrea Montagnani. Un grazie enorme a Giovanni Monterastelli che ci ha prestato il furgone.

Speriamo di rivederci il prossimo anno!

Lo staff de L’importanza di essere piccoli (Daria Balducelli, Andrea Biagioli, Ambrogina Bertone, Alessandro Borri, Azzurra D’Agostino, Lara Monterastelli e la mascotte Bianca Biagioli)

grazie2015

BANNER_ITACA sito_2015

 

22-23 maggio 2015

TREKKING ‘Viaggio letterario nei luoghi minori’

All’interno del programma eventi del festival IT.A.CÀ.

Camminando sul bordo dove sfugge il confine’ F. Pusterla

 

Abbiamo messo a punto il programma di un week end che preveda una serie di iniziative che permettano un vero e proprio ‘viaggio nei luoghi minori’, intendendo con questi quelle realtà montane della provincia bolognese che si possono considerare fuori dai circuiti turistici tradizionali. Un percorso che attraversi sia fisicamente che tramite la narrazione luoghi di confine caratterizzati da elementi contrastanti: una natura pressoché selvaggia e capace di grande suggestione, una visione del mondo e della vita dal ritmo diverso da quelli odierni, un insieme di storia, civiltà e tradizioni che vanno scomparendo ma che pure sono portatrici di un sapere prezioso.

Il programma prevede dunque un trekking per un piccolo gruppo, massimo 16 persone, sì da permettere un vero rapporto umano e di conoscenza. Il trekking attraverserà boschi, campi, luoghi abbandonati e sarà condotto da una guida specializzata della Cooperativa Madreselva che spiegherà le caratteristiche dell’agricoltura tradizionale locale, i dettagli naturalistici del paesaggio, i prodotti locali e tutto quello che caratterizza la zona.

I partecipanti verranno ospitati in una struttura rustica ma molto accogliente dove SassiScritti da anni realizza eventi culturali e qui verranno condotte altre attività di diversa natura: sarà realizzata una cena tematica sulla cucina povera, e ci sarà un incontro con uno scrittore che abbia trattato il tema del ‘luogo minore’ e del ‘viaggio’ dal punto di vista del pensiero sotteso e della creatività.

 

Il pomeriggio del 23 ci sarà un’escursione ‘letteraria’ con la poetessa e scrittrice FRANCESCA MATTEONI che dell’Appennino ha scritto sia in prosa che in versi, per un viaggio di approfondimento non solo nella natura ma anche in se stessi.

 

Ci saranno dunque letture, dibattiti e confronti diretti che possano essere fertile terreno di accrescimento personale e culturale.

I partecipanti raggiungeranno i luoghi del trekking con il treno della tratta della storica ferrovia porrettana, un percorso estremamente suggestivo attraverso l’Appennino stesso e che congiunge Bologna ai paesi montani fin dal 1864.

Questo ‘treno ad alta lentezza’ è già un primo incontro con una visione del mondo alternativa rispetto alla fretta e alla velocità in cui siamo immersi.

 

PROGRAMMA DETTAGLIATO TREKKING SABATO E DOMENICA 23-24 MAGGIO 2014

 

Sabato 23 maggio 2015

Partenza_ Ritrovo alla stazione di Bologna 7:45, partenza con il treno delle 8.04

Arrivo alla stazione di Ponte della Venturina ore: 9:30

Prima parte del trekking per raggiungere la struttura con guida naturalistica – caratteristiche: Passeggiata da Ponte della Venturina al Centro Turistico Culturale La Prossima, attraverso campi e antiche siepi. Osserveremo il paesaggio e le tracce del lavoro dell’uomo sul territorio. Durante il percorso impareremo a riconoscere le erbe selvatiche e raccoglieremo quelle utili. Lunghezza 5 km, dislivello +435 m -180 m

Pranzo:

Attività pomeridiane – Breve escursione con la scrittrice FRANCESCA MATTEONI: escursione nelle vicinanze per osservare e discutere assieme all’autrice dell’utilizzo dell’ambiente da parte dell’uomo, dei luoghi minori, del senso del paesaggio, della biografia come geografia. Proveremo a leggere nel territorio che abbiamo di fronte i segni di quella che era la vita di una volta e l’interazione tra uomo e natura.

Cena tematica sulla cucina povera, realizzata con alcuni prodotti a km 0

Alloggio presso miniappartamenti rustici misti (4 persone cad.)

 

Domenica 24 maggio 2015

Colazione ore 8:30 e a seguire partenza dalla struttura

Trekking fino alla stazione di Riola, con pranzo al sacco – caratteristiche: escursione di una giornata per raggiungere il paese di Riola, attraverso boschi misti di quercia, campi e piccoli abitati. Osserveremo le specie arboree ed arbustive, i segni di presenza della fauna selvatica e ci soffermeremo sui piccoli borghi. Pranzeremo lungo il percorso e potremo ammirare il paesaggio da una veduta di crinale sulle due valli, quella del Reno e quella del Limentra di Treppio. Lunghezza 13,5 km, dislivello +265 m -670 m.

Treno per rientro a Bologna ore: 16:35 dalla stazione di Riola

Arrivo a Bologna ore: 17:32

 

Informazioni e costi

N° partecipanti:  massimo 16

Costo a persona comprensivo di: Trekking di due giorni con guida naturalistica, incontro con lo scrittore e presentazione, una colazione, un pranzo, una cena, un pranzo al sacco, alloggio, iscrizione all’associazione: 130 euro.

PER ISCRIZIONI CONTATTI: sassiscritti@gmail.com e Azzurra 3495311807

 

 

 

Breve descrizione delle attività dell’Associazione Culturale SassiScritti

SassiScritti si occupa attivamente del territorio dell’Alta Valle del Reno organizzando appuntamenti culturali per tutti i cittadini e per le scuole, guidando gruppi di studio e di ricerca artistica, realizzando documentari e curando mostre di fotografia e pittura. Sono stati realizzati laboratori in case di riposo; attività teatrali per donne; eventi in piccoli borghi abbandonati, coinvolgendo persone di tutte le età (laboratori per bambini, adulti, adolescenti, letture, mostre ecc). Gli artisti coinvolti hanno condiviso con i partecipanti spazi di lavoro e non, contribuendo a rinnovare il pensiero e a incentivare lo scambio e l’incontro in tutta la comunità. In particolare la rassegna L’IMPORTANZA DI ESSERE PICCOLI, giunta nel 2015 alla V edizione, ha avuto grandissimo impatto sulle persone del luogo, ha inciso molto in un tema delicato e importante come l’inclusione sociale e la valorizzazione del territorio e ha avuto grosso riscontro mediatico. SassiScritti ha realizzato decine di laboratori con i più importanti artisti del teatro di ricerca, laboratori di scrittura e incontri con narratori e poeti, gruppi di lettura e presentazioni. Nel 2013 ha vinto un bando della Film Commission Emilia Romagna per poter realizzare un documentario (attualmente concluso) su un bene storico culturale della Provincia di Bologna: la Rocchetta Mattei di Riola di Vergato. L’esperienza è nata dopo la realizzazione di altri 3 piccoli documentari su scrittori in visita nell’Alta Valle del Reno, ripresi e intervistati durante il viaggio di arrivo in Appennino. Scopo dell’associazione è nel complesso promuovere attraverso la conoscenza un’autentica cultura di pace fra persone di tutte le età e paesi, attraverso l’organizzazione di corsi, festival, meeting e stage per lo scambio di tali esperienze. L’Associazione sviluppa e promuove la conoscenza delle tradizioni e della cultura del territorio, anche in rapporto e interscambio con le emergenti realtà dell’immigrazione, e in collaborazione con istituzioni locali, enti pubblici, scuole, enti religiosi e il mondo dell’associazionismo.

 

Breve descrizione delle attività della Cooperativa Madreselva

La Cooperativa Madreselva, composta da un gruppo di guide ambientali escursionistiche ed educatori ambientali, dal 2007 svolge attività turistiche (escursioni tematiche, trekking, settimane verdi per ragazzi…) e di educazione ambientale nel territorio dell’Alto Appennino Bolognese, in stretta collaborazione con gli enti locali (in particolar modo con l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità, i Comuni e la Comunità Montana). Madreselva promuove un tipo di turismo sostenibile, rispettoso dell’ambiente e dei luoghi, attraverso l’approccio interdisciplinare dell’educazione ambientale. Le attività che proponiamo sono dedicate a turisti e residenti e volte alla conoscenza del territorio, delle sue specificità artistiche, storiche e naturalistiche, perché possa essere meglio compreso e salvaguardato. Attività differenziate ci permettono di lavorare con diverse tipologie di persone, adulti, bambini e ragazzi di ogni età, singoli o gruppi, esperti camminatori o amanti della vita all’aria aperta. Organizziamo escursioni e trekking in Appennino, laboratori in ambiente per bambini e ragazzi, attività per famiglie. Curiamo il calendario escursionistico dei Parchi di montagna e ci occupiamo della promozione del territorio attraverso iniziative volte alla conoscenza delle sue peculiarità. Effettuiamo interventi in classe e gite lungo i sentieri dei parchi con scuole di ogni grado. Attività molto importante è quella delle Settimane Verdi, settimane di vacanza residenziali in cui i ragazzi da 8 a 17 anni vivono un’esperienza di autonomia e condivisione a contatto con la natura, dormendo in tenda o nei rifugi. Gestiamo inoltre i rifugi e bivacchi del Parco del Corno alle Scale, nei quali privilegiamo la scelta di prodotti biologici e a Km 0. Negli anni abbiamo prodotto materiale informativo sul territorio e materiale promozionale in forma di racconti e gadget. Abbiamo partecipato a progetti di ricerca scientifica nei quali coinvolgiamo anche i turisti, come nell’attività di monitoraggio del lupo con la tecnica del wolf howling. Prendiamo parte all’organizzazione di eventi e feste sul territorio e collaboriamo con le realtà locali e gli altri operatori turistici.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 64 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: